Il Coronavirus: precauzioni e
prognosi da Swiss Medica
Aggiornamento alla data 16 marzo 2020
Vogliamo chiarire ancora una volta che gli scopi dell'articolo sono i seguenti:

  • Dimostrare che COVID-19 non è un virus unico per le sue proprietà.
  • Al momento, il principale pericolo per la vita dei pazienti è il sovracarico simultaneo del sistema medico con pazienti gravi e il suo collasso. Ecco perché il compito chiave ora è rallentare la diffusione del virus, anche se allungando l'epidemia nel tempo.
P.S .: "Perché focolai come il coronavirus si sono diffusi esponenzialmente e come" appiattire la curva". Di Harry Stevens, The Washington Post
Aggiornamento, 14 marzo 2020
Recentemente ci è stato chiesto abbastanza spesso di un effetto esatto che le cellule stromali mesenchimali trapiantate forniscono in termini di terapia sintomatica e di supporto con coronavirus, ma è meglio leggere la fonte in originale: "Il trapianto di ACE2 - Cellule staminali mesenchimali migliora l'esito dei pazienti con polmonite COVID-19"

  • Il virus si infiltra nelle cellule umane attraverso la proteina ACE2. Con l'età, lo sviluppo di questa proteina aumenta, il che spiega una manifestazione molto grave della malattia nei casi di pazienti correlati all'età. Inoltre, lo sviluppo di questa proteina è registrato nelle cellule polmonari, il che porta principalmente al danno polmonare.
  • Uno dei principali problemi nel decorso acuto della malattia è la "tempesta di citochine" (ipercitocinemia), quando il nostro sistema immunitario combatte il virus troppo attivo e distrugge le sue stesse cellule, distruggendo in particolare i tessuti infiammati. Nel nostro caso, essi sono polmoni.
  • Dopo il trapianto nel sangue, le cellule staminali mesenchimali iniziano a secernere fattori antinfiammatori con esplicito effetto immunomodulatore. Nel caso del coronavirus, le cellule staminali mesenchimali sopprimono anche l'eccessiva attivazione del sistema immunitario, impedendo lo sviluppo di una "tempesta di citochine".
  • Questo effetto è anche rafforzato dal fatto che durante il trapianto endovenoso di cellule staminali mesenchimali, si accumulano inizialmente nei polmoni e, dopo averli attraversati, entrano nel resto del corpo.
  • Va anche sottolineato che le cellule staminali mesenchimali sono protette dal virus, poiché non hanno questa proteina sulla loro superficie.
    12 marzo 2020, lettura di 6 minuti
    Il team SwissMedica XXI si unisce a un importante gruppo internazionale di medici (operatore sanitario) che si occupa sostanzialmente della rappresentazione ambigua dei dati sul Coronavirus in mass media.
    Dal nostro articolo imparerai le seguenti cose:

      • Le cose che abbiamo imparato sul Coronavirus finora da un punto di vista strettamente professionale.
      • I nostri presupposti.
      • Le possibili modalità di sviluppo delle situazioni correlate al Coronavirus.
      • Come curare il Coronavirus.
      • Le cose che non funzioneranno.
      • Come proteggersi dal Coronavirus o affrontare più facilmente questa malattia.
      • La terapia cellulare può aiutare nel trattamento e / o nella prevenzione del coronavirus
        Il Coronavirus: cosa abbiamo imparato finora
        In breve:

        ● Il virus non è altamente contagioso, ma il rischio epidemico è elevato.
        ● Il tasso di mortalità attuale è del 3,5% e le persone con più di 60 anni fanno parte del gruppo di rischio principale. Per ora, il recente tasso di mortalità varia a seconda della posizione dallo 0,7% in Corea del Sud al 6% in Italia.

        Rispetto ad altre malattie, il Coronavirus differisce nei seguenti modi:

        ● Il coronavirus è una varietà di infezione virale respiratoria acuta (IVRA), il cui decorso è tipico per le infezioni di questo tipo.
        La maggior parte delle persone in tutto il mondo viene infettata da IVRA almeno una volta all'anno. I sintomi tipici dell' IVRA sono naso che cola, tosse o febbre. Molte persone sono a conoscenza di questi sintomi. Soprattutto i bambini vengono spesso infettati dall' IVRA. Almeno nel 4% dei casi è probabile che possa essere infetto da una delle varietà di Coronavirus.
        ● La contagiosità di COVID-19 o, per dirla semplicemente, il modo per ottenerlo non è così elevata. Secondo i dati epidemici, comprende circa il 10% -30%, cioè ogni persona malata infetta da 1 a 3 persone su 10 con cui è stato in contatto. Questo numero è inferiore a quello che rappresenta la maggior parte dei virus che evocano ARVI. Eppure è più contagioso di alcuni dei raffreddori stagionali. Per fare un confronto, la contagiosità del morbillo e della varicella è molto più alta mentre la contagiosità di alcuni virus che evocano l'ARVI supera il 50%.
        Il morbillo è una delle malattie più contagiose al mondo poiché la sua contagiosità comprende il 90%, cioè ogni individuo malato infetta 9 persone su 10 che non sono immuni al morbillo.
        ● COVID-19 ha un'alta affinità con i tessuti del tratto respiratorio inferiore. In breve, la polmonite si sviluppa spesso a causa di questa malattia e un tale risultato non è tipico per le altre ARVI. La polmonite ha un tasso di mortalità relativamente elevato che varia dall'1 al 5% a seconda della qualità dell'assistenza medica, dell'età media della popolazione e di numerosi altri fattori. Per fare un confronto, il tasso di mortalità dell'influenza stagionale è fino allo 0,7% o fino a 600.000 persone all'anno.
        Ulteriori dati comparativi:
        12 marzo, 2020
        ● l'80% delle persone infette presentava una lieve forma di malattia; Il 15% delle persone infette presentava una malattia grave, ma non pericolosa per la vita; Il 5% delle persone infette presentava una polmonite grave. Gli anziani hanno sofferto per lo più di una grave forma di malattia, per lo più anziani.
        Ad esempio, l'influenza spagnola ha attaccato principalmente i giovani e i sani mentre i bambini e gli anziani sono stati colpiti in misura minima. L'influenza spagnola ha causato la morte di circa 40-60 milioni di persone.
        Le Nostre Previsioni
        In breve:

        ● COVID-19 è stato dichiarato ufficialmente una pandemia e il virus continuerà a diffondersi.
        ● L'eventuale mortalità raggiungerà l'1 - 1,5%, che è 2-3 volte superiore rispetto all'influenza acuta tra le popolazioni non vaccinate.
        ● Lo stato pandemico rimarrà fino alla metà del 2021, fino al completamento della vaccinazione di massa.
        ● Il numero totale di individui infetti non supererà non deve raggiungere i 2-10 milioni di persone.
        A titolo di confronto, secondo i dati forniti dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, solo nella stagione 19-20, alla fine di febbraio, a partire da 34 a 49 mln. le persone si sono infettate con IVRA e da 20.000 a 52.000 persone sono morte per questa malattia.
        * La previsione si basa sui dati ricevuti fino al 13 marzo 2020.

        ** Un aumento significativo del numero di individui infetti può verificarsi a causa dei paesi africani.
        Per confrontare:

        ● Partiamo dal presupposto che COVID-19 ha raggiunto un livello di pandemia molto tempo fa da quando le persone sono state infettate da questo virus in tutto il mondo. Questo perché molti hanno sofferto di un caso lieve di questa malattia senza nemmeno contattare un medico. Si noti che la pandemia determina la distribuzione geografica della malattia, non il numero di individui infetti.
        Le pandemie attuali più famose sono la tubercolosi (il 30% della popolazione mondiale è infetta, ovvero 3 miliardi di persone), la malaria, l'HIV, l'influenza spagnola, l'HPAI e l'influenza suina.

        A molti virus che causano la SARS potrebbe anche essere assegnato lo stato di pandemia, ma non lo sono poiché non sono considerati gravi.
        ● Questa è una buona notizia poiché il tasso di mortalità sarà ancora più basso in questo caso. È anche degno di nota il fatto che finora, la maggior parte dei casi segnalati proviene dalla Cina. In Cina, la situazione ecologica è tradizionalmente scarsa, il che, a sua volta, aumenta il tasso di mortalità per qualsiasi tipo di polmonite. D'altra parte, ci sono molti più anziani residenti nei paesi sviluppati.
        ● Il virus circolerà con fluttuazioni stagionali fino alla metà del 2021. A quel punto gli scienziati svilupperanno un vaccino o la popolazione acquisirà un titolo protettivo attraverso la malattia o passivamente, come nel caso della SARS / influenza convenzionale.
        ● Le terapie sintomatiche e di supporto saranno migliorate, quest'ultima ridurrà anche i tassi di mortalità.
        ● Attualmente, gli approcci di contenimento della malattia sono abbastanza efficienti di per sé. Dovrebbero rallentare al massimo la diffusione del Coronavirus, altrimenti il virus si diffonderà in tutto il mondo.
        L'Ultima Parola
        ● Ci sono molte malattie pericolose nel mondo. Statisticamente, la probabilità cumulativa di contrarre una delle malattie esistenti con un tasso di mortalità dello 0,5-3% è di 100, se non di 1000 volte maggiore rispetto al coronavirus COVID-19.
        ● Al momento non è successo nulla di straordinario. Nuovi virus sono comparsi e continueranno ad apparire in futuro. Questa è la vera situazione che abbiamo sempre affrontato.
        ● Il panico costante e lo stress per questo virus non gioveranno a nessuno e abbassano il sistema immunitario che è l'arma principale contro i virus di qualsiasi tipo.

        Vogliamo ancora sottolineare che il coronavirus COVID-19 è una malattia pericolosa ed è necessario prendere tutte le misure necessarie per prevenire la diffusione della malattia a livello personale e statale. Ma riteniamo che la paura agitata artificialmente infligga un danno maggiore della pandemia stessa. Controlla attentamente tutte le informazioni ricevute e soprattutto le più odiose.
        Esiste una Cura per il Coronavirus?
        Recentemente solo il tuo sistema immunitario può combattere il Coronavirus. Non esiste altra cura.

        Non appena sarà disponibile un nuovo approccio terapeutico o terapeutico, lo scoprirai immediatamente poiché tutti i mass media saranno dappertutto.

        Naturalmente, il trattamento di casi gravi di coronavirus implica l'uso di terapie sintomatiche e di supporto. Ma soprattutto tutti mirano ad aiutare l'individuo infetto a combattere il virus.

        In ogni caso, desideriamo ricordarti i modi più comuni di comportarti se hai contratto ARVI:
          1. Se soffri di malattie croniche o la tua condizione peggiora costantemente, non esitare a chiedere assistenza medica.
          2. Non cercare di abbassare la febbre fino a 39 ° C se non controindicato.
          3. Resta idratato e bevi un infuso di erbe o usa miele, zenzero, limone o lampone. Non bere tè o caffè.
          4. Abito caldo. Dovresti sudarlo. Mantieni mani e piedi caldi.
          5. Sciacquare la gola e il naso ed effettuare inalazioni di vapore.
          6. Cambiare l'area nei locali.
          7. Indossare una maschera e praticare un'igiene adeguata.
        Le cose che non funzioneranno:

        ● Le poste e i pacchi cinesi non rappresentano una minaccia poiché non è possibile contrarre un nuovo coronavirus da lettere e pacchi.
        ● Finora, non ci sono prove che animali domestici come cani o gatti possano trasmettere il nuovo coronavirus.
        ● I vaccini contro la polmonite non proteggono da un nuovo coronavirus. Richiede un vaccino speciale che è attualmente in fase di sviluppo dagli scienziati.
        ● Non ci sono prove che aglio, olio di sesamo, collutorio o spray salino nasale aiutino a combattere il virus.
        ● Gli antibiotici non possono essere utilizzati per trattare il nuovo coronavirus. Gli antibiotici possono essere usati solo se il virus ha causato un'infezione batterica poiché combattono solo le infezioni batteriche.
        ● Ora non ci sono medicinali speciali che potrebbero prevenire o curare un nuovo coronavirus e gli scienziati stanno lavorando su di essi. Tuttavia, ogni individuo infetto dovrebbe consultare un medico. L'assistenza medica può aiutare ad alleviare i sintomi e prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia.
        COVID-19: Misure preventive
          1. Lavati spesso le mani per almeno non meno di 20 secondi, quindi asciugale completamente.
          2. Se non sei in grado di lavarti le mani, usa un antisettico contenente almeno il 60% di alcol. Non dimenticare di pulire smartphone, computer e tablet.
          3. Non toccare il viso e in particolare gli occhi, il naso e la bocca con le mani sporche.
          4. Evita la folla: se c'è un'opportunità di autoisolarsi, lavorare o studiare da casa, evitare di usare i mezzi pubblici, meglio ridurre i rischi.
          5. Non avvicinarsi da vicino a una persona con tosse o febbre. Indossare la maschera se è necessario e gettarla via dopo la comunicazione.
          6. Ventilare i locali.
          7. * Potenzia il tuo sistema immunitario
        a. Ridurre al minimo lo stress.
        b. Allenati per 30 minuti al giorno o rimani attivo per lo stesso periodo di tempo Ventilare i locali.
        c. Mangia bene.
        d. Assumi vitamine e integratori alimentari.
          *
          • Un alto potenziale del sistema immunitario non è un termine scientifico in quanto tale, ma dovremmo fare un articolo separato al riguardo
          • Contattare i medici curanti in caso di necessità
            La terapia derivata dalle cellule può aiutare nella prevenzione e nel trattamento del COVID-19 del coronavirus?
            I risultati di uno studio empirico sono stati recentemente pubblicati. I ricercatori di questo studio hanno esaminato gli effetti della terapia endovenosa con MSC su pazienti infetti dal virus COVID-19 [1]. È stato dimostrato che la somministrazione endovenosa di MSC riduce drasticamente l'intensità del danno del tessuto polmonare e l'attività delle citochine e chemochine antinfiammatorie. Quest'ultimo ha comportato un significativo miglioramento dello stato dei pazienti il secondo giorno dopo la somministrazione del trattamento. Di sette pazienti, che hanno ricevuto questa terapia, cinque hanno sofferto di una grave forma di malattia. Dopo la somministrazione della terapia sperimentale di MSC, lo stato di tutti gli individui è notevolmente migliorato e sono entrati nella fase di convalescenza.

            Questo processo è stato menzionato nell'articolo South China Morning Post.

            In generale, la terapia derivata dalle cellule MSC è nell'elenco delle terapie potenzialmente efficaci nel trattamento del virus COVID-19 per i seguenti motivi:
            1. Le cellule staminali possono rigenerarsi e accelerare il recupero dopo traumi e interventi chirurgici acquisiti. Inoltre, rendono il corpo meno suscettibile a determinate malattie infettive.
            2. Le MSC possono rafforzare il sistema immunitario, limitare l'attività infiammatoria e stimolare i fattori antinfiammatori. La terapia cellulare è usata per trattare le seguenti malattie polmonari:
            • Tubercolosi farmacoresistente;
            • Tubercolosi polmonare con ampia e completa resistenza ai farmaci;
            • Alveolite fibrosante idiopatica.
            3. Esistono prove positive dell'uso della terapia cellulare MSC nel trattamento del virus dell'influenza A / H5N1, che causa il danno polmonare acuto.


            Naturalmente, sono necessari ulteriori studi correlati, tuttavia a causa della mancanza di metodi efficaci per il trattamento di pazienti con SARS (sindrome respiratoria acuta grave), questo approccio è potenzialmente promettente nei pazienti con grave infezione da COVID-19.

            Considerando tutto il ragionamento sopra riportato e i dati ottenuti da noi sulla base dei risultati dei programmi Anti-Aging, assumiamo che la terapia MSC possa essere utilizzata anche come terapia di prevenzione del coronavirus. Naturalmente, non può impedire al paziente di contrarre il virus, ma potrebbe facilitare il decorso della malattia negli individui infetti.

            P.S.: le attuali previsioni e conclusioni sono state fatte l'11 marzo 2020. Se la nostra posizione dovesse cambiare in base alla ricezione delle nuove informazioni, ti informeremo debitamente.

            P.P.S.: presa in considerazione la situazione attuale in Italia e in Iran.
            Vuoi ricevere le ultime notizie dalla Swiss Medica Clinic?
            Iscriviti alla newsletter. Scoprirai gli ultimi aggiornamenti sulla situazione attuale e in che modo le terapie Swiss Medica possono aiutare in diversi casi.
            © 2011-2019 — "Swiss Medica"
            [email protected]
            St. Galler strasse, 23/25,
            9403 Goldach, Switzerland
            Branches: Russia, Serbia, Austria

            Disconoscimento
            *Il feedback dei pazienti, gli articoli e le testimonianze forniti su questo sito sono solo a scopo informativo e non devono essere considerati come un risultato garantito per ogni caso di malattia. Il risultato del trattamento dipende dalla malattia, dalle condizioni del paziente, dal numero di procedure di trattamento, ecc.